Corso di giornalismo radiofonico

 

Teoria e tecnica di edizione del Giornale Radio

Dal 14 novembre dalle 17.00 alle 19.00 – 10 incontri teorico-pratici in aula e 3 uscite collettive (29 ore totali) a 300 euro

 
Cosa comprende il corso
Il corso fa per te se
Di cosa hai bisogno
Dove si svolge
Quando
Quanto costa e come iscriversi
Sconti
Borse di Studio
I docenti
Il programma del corso

 

Video killed the radio Star cantavano The Buggles nel 1980. Musica coinvolgente ed evocativa, ma non certo premonitrice. Con l’avvento di internet le emittenti televisive hanno subito una battuta d’arresto, le radio invece hanno guadagnato ascoltatori ed oggi stanno vivendo un periodo di grande espansione. La radio ha saputo innovarsi senza stravolgere la sua identità riuscendo ad accogliere e sintetizzare meglio di altri la sfida digitale. Il corso di giornalismo radiofonico ti darà le competenze necessarie per lavorare in questo affascinante mondo e inserirti in un settore in continua crescita.

Nel corso ti raccontiamo come si fa il giornalismo radiofonico oggi, ti indichiamo gli strumenti che servono, ti diamo le competenze per confezionare un servizio radio giornalistico e ti forniamo tutte le dritte per orientarti nel mondo del lavoro.

Ti faremo conoscere e sperimentare tutte le fasi di un giornale radio: dall’individuazione di una notizia alla messa in onda. Alla fine del corso avrai le competenze necessarie per scrivere, registrare e montare un servizio radio giornalistico.

È un corso breve e pratico, tenuto da professionisti che collaborano con radio nazionali come Radio Dimensione Suono, Radio 24, Radio Capital e AGR Radio Milano. È il modo migliore per capire come iniziare a lavorare come giornalista radiofonico e presentarti alle redazioni con le competenze pratiche richieste dal mercato del lavoro.

Cosa comprende il corso

  • 13 incontri teorico-pratici per un totale di 29 ore (10 incontri teorico-pratici in aula e 3 uscite per le esercitazioni pratiche)

  • Gli insegnanti sono giornalisti professionisti che lavorano per Radio Dimensione Suono, Radio 24, Radio Capital e AGR Radio Milano.

  • Al termine del corso sarai in grado di realizzare autonomamente un servizio radio giornalistico: seguirai lezioni di registrazione e montaggio, imparerai ad impostare la voce nel modo corretto, a realizzare un’intervista e a comporre un giornale radio (per maggiori informazioni vedi programma dettagliato).

  • Ti diamo le dispense delle lezioni, compiti a casa e link di approfondimento

  • Sarai inserito in un gruppo Facebook chiuso dove potrai confrontarti con gli altri corsisti ed esporre domande agli insegnanti

  • Conoscerai la realtà dell’Associazione Policromi, entrerai nella rete di professionisti della comunicazione, potrai vedere da vicino come si lavora e se vorrai potrai iniziare a collaborare con noi, ci sono tanti progetti in partenza

  • ll corso è a numero chiuso, pochi iscritti e tanti insegnanti. Sarai seguito passo passo in modo personalizzato

  • Stiamo attivando possibilità di stage per gli studenti più motivati

  • Ti diamo un attestato di frequenza con scritto tutto quello che hai imparato

Il corso fa per te se

  • vuoi imparare a realizzare in maniera autonoma servizi giornalistici per la radio imparando le tecniche del racconto, intervista, registrazione e montaggio

  • il mondo del giornalismo ti appassiona ma ti mancano le competenze pratiche per proporti agli organi di informazione radio

  • conosci le tecniche giornalistiche, hai studiato e ora non sai come iniziare a lavorare

  • non hai competenze specifiche ma tanta voglia di esercitarti anche a casa

  • lo studio è stato un periodo della tua vita ma ora vuoi mettere in pratica quello che hai letto sui libri

Di cosa hai bisogno

L’Associazione Policromi ti accoglierà in uno spazio attrezzato con aule, lavagna e videoproiettore. Dispense, libri, giornali e tutte le dritte acquisite in anni di lavoro. 

Tu dovrai munirti solo di un computer portatile e, se lo possiedi, un registratore digitale con microfono esterno ( è sufficiente anche uno smartphone). Se non possiedi un computer potrai esercitarti con il PC presente in aula.

Dove si svolge

Il corso è realizzato presso l’Associazione Policromi, in via Casilina 369, di fronte alla fermata Filarete del trenino termini-laziali, a 200 metri dalla metro C Malatesta.

Sono previste inoltre 3 uscite per le esercitazioni pratiche durante eventi di interesse giornalistico, orari e luoghi di incontro per le lezioni in estrno saranno indicati nel dettaglio durante il corso per consentire la realizzazione di servizi di cronaca e attualità reali e non simulati.

Quando

Il corso inizia mercoledì 14 Novembre dalle ore 17.00 alle 19.00 ed avrà cadenza settimanale. Gli orari e il luogo delle lezioni pratiche in esterna saranno forniti durante il corso per avere la possibilità di scegliere avvenimenti di cronaca ed attualità ed esercitarsi in situazioni pratiche reali e non simulate.

Quanto costa e come iscriversi

Per la sua prima edizione il corso di giornalismo radiofonico è realizzato al prezzo speciale di 300 euro. Il contributo per l’associazione dovrà essere pagato, in contanti o bonifico, entro la prima lezione. Chi effettua la pre-iscrizione inviando una email con nome, cognome, numero di telefono e nome del corso scelto a info@policromi.it o compilando il modulo online all’indirizzo http://www.policromi.it/iscriviti entro il 10 Ottobre 2018 avrà diritto ad un codice sconto di 20 euro.

Sconti

  • Avere competenze trasversali è sempre più richiesto nel mondo dell’informazione. Se ti interessa diventare giornalista e conoscere i diversi ambiti di questo lavoro puoi iscriverti contestualmente al corso di videogiornalismo o fotogiornalismo (o un altro corso a scelta) con uno sconto del 20% 

  • Se ti pre-iscrivi entro il 10 Ottobre 2018 avrai uno sconto di 20 euro.

Borse di Studio

L’Associazione Policromi promuove una borsa di studio a copertura totale per ogni corso che realizza:

per ottenerla è necessario partecipare a un contest audio. Possono partecipare tutte le persone maggiorenni interessate a frequentare il corso. Per partecipare è necessario registrare un file audio (anche con lo smartphone) di massimo 30 secondi con argomenti di interesse giornalistico oppure con una dichiarazione convincente dove esprimere le motivazioni per cui si merita di vincere la borsa di studio. Per partecipare al contest bisognerà inviare una mail con l’accettazione del regolamento e la segnalazione del file a info@policromi.it e pubblicare il file audio su Facebook con la tag @policromi e la dicitura “registrazione realizzata per ottenere la borsa di studio a copertura totale per il corso di giornalismo radiofonico dell’Associazione Policromi www.policromi.it ”. I professori del corso sceglieranno la registrazione più meritevole a loro insindacabile giudizio, nella scelta sarà tenuto conto dell’impegno, dell’originalità e della motivazione del partecipante. Ottenere molti like e condivisioni sarà giudicato in modo fortemente positivo ma non è una prerogativa escludente. I contenuti ritenuti offensivi saranno eliminati ed esclusi. Possono essere inviati solo contenuti originali creati dal partecipante che si assume la responsabilità di quello che pubblica. Il contest sarà attivo dal 20 settembre al 10 novembre 2018. Il contest non è associato, né gestito, né sponsorizzato da Facebook, che non potrà essere ritenuto responsabile dello svolgimento e dell’esito del contest.

I destinatari delle borse di studio potranno partecipare al corso in maniera completamente gratuita con le stesse modalità delle persone paganti. Le borse di studio non saranno attivate in caso non si dovesse raggiungere il numero minimo di 7 iscritti paganti al corso. L’Associazione Policromi si impegna a comunicare via mail l’esito e le motivazioni ad ogni partecipante.

I docenti

Camilla Corsi

Formazione in Antropologia dei patrimoni culturali con laurea in Glottoanteopologia dopo un piano di studi nella Storia dell’arte per approdare nella ricerca su campo per il rilevamento delle tradizioni orali. Dopo un esordio nel mondo del lavoro come guida al Palazzo delle Esposizioni di Roma e guida turistica per la Prc al Colosseo, sono tornata alla ricerca sul campo per il rilevamento delle fonti orali producendo interviste per il notiziario di CNR Mediagroup di proprietà RCS. Di qui 14 anni di radiogiornalismo per la produzione di notiziari radiofonici per AGR, Agenzia Giornalistica Radio di Milano di PRS Mediagroup. Fra i miei editori anche Radio Birikina e Radio Bellla&Monella. Perseguo il mio lavoro con passione seguendo giornalmente notizie di politica interna. Redigo per le radio una rubrica di cinema e mostre d’arte. Il resto lo dedico alla vita familiare e le proposte culturali della vita notturna: teatro, cinema, mostre. Un vizio? frequento con assiduità le osterie nostrane.

Alessandro Placidi

Giornalista in virtù di una passione diventata professione. Ho iniziato giovanissimo scrivendo su piccoli giornalini di quartiere. Il passo successivo è stato l’approccio in radio, un amore mai spento e sempre alimentato. Trasmissioni sportive e ispirate a fatti di cronaca. L’incontro con Ezio Luzzi, mostro sacro di Tutto il calcio minuto per minuto, mi ha schiuso le porte alla conduzione. Ore e ore di diretta, commentando avvenimenti e parlando con gli ascoltatori. Parallelamente arricchivo il mio ‘’bagaglio’’ professionale con collaborazioni in ogni ambito del giornalismo: dalla carta stampata alle agenzie, dalla televisione ad internet (Rotopress, Il Tempo, Il Messaggero, Radio 24, Sports.com e tante altre). Dirette e conduzione sono da sempre state la mia specialità. Da quasi 15 anni faccio il corrispondente da Roma per AGR ed il Gruppo Zanella, editore di sei radio del Nord Est molto seguite sul territorio. Ho una laurea breve in scienza dell’alimentazione e per un periodo ho anche esercitato la professione che ho abbandonato quando quella giornalistica è diventata prevalente. Da qualche anno mi sono avvicinato con un certo successo al doppiaggio (altra mia grande passione) . Su di me posso dire semplicemente che mi piace apparire sempre per quello che sono, le maschere vanno bene a carnevale ma è una festa che non mi fa impazzire.

Giorgio Stamatopoulos

Correva l’anno 1994, quando quasi per gioco ho cominciato a familiarizzare col microfono. All’epoca, servizi, interviste e quant’altro si realizzavano ancora su audiocassette, col fondamentale aiuto di una penna Bic per “puntare” voci e suoni in montaggio, roba da preistoria! Tanta passione e molta gavetta, mi spingono a diventare giornalista professionista nel 2003, beneficiando la nazione di un avvocato in meno. Ho lavorato per molti anni come caporedattore a Radio Città Futura, autore e conduttore di programmi quotidiani di approfondimento sull’attualità politica, economica e internazionale. Co-fondatore nel ’98 dell’agenzia radiofonica indipendente Amisnet, ho collaborato tra gli altri, con Amarc e Lettera 22. Tra le regole non scritte di questo mestiere, mi piace citarne una in particolare, che potrebbe valere per tutti gli ambiti della vita: se una cosa non la dici, nessuno saprà mai che la volevi dire. In altre parole, l’incessante lavoro di sintesi e sottrazione, a beneficio di ciò che vale davvero la pena essere raccontato, oltre a essere un’ottima terapia contro il logorio della vita moderna, è anche uno dei motivi per cui amo questo lavoro. Fissato con la saggistica storica e con la politica internazionale, ho collaborato come autore alla realizzazione di alcuni reportage e documentari tv in incantevoli postacci del mondo come Egitto e Siria. Tra i miei vizi, interminabili battute di caccia fra i banchi di Portaportese. Oggi lavoro con radio24 per la quale realizzo servizi, interviste e reportage. E con Il Giornale, per cui scrivo per lo più di politica interna.

Il programma del corso

1) Il giornalismo radiofonico 

Presentazione degli insegnanti, conoscenza dei corsisti e illustrazione del corso: le lezioni teoriche, le uscite, il montaggio e la realizzazione del Giornale Radio. In questa lezione inizierai a capire come impostare la comunicazione verbale nel parlato radiofonico.

2) La voce in radio

La voce è l’insieme di suoni prodotti dall’azione combinata dell’apparato respiratorio, dell’apparato fonatorio e della cavità del naso e della bocca. In questa lezione imparerai a gestire la comunicazione verbale, fondata su cinque pilastri fondamentali: la respirazione, l’articolazione, la pronuncia, la dizione e l’espressione.

3) Il parlato radiofonico di Carlo Emilio Gadda

Come insegnò Carlo Emilio Gadda l’efficacia del parlato radiofonico è direttamente proporzionale alla comprensibilità. La comprensibilità si basa  sulla semplicità. In questa lezione imparerei a mettere a proprio agio l’ascoltatore, costruire frasi brevi e periodi semplici, sistemare un concetto dietro l’altro, sottolineare i momenti di transizione, usare un lessico accessibile a tutti, non utilizzare rime, allitterazioni, cacofonie ed evitare le forme tipiche dello scritto.

4) La struttura e la stesura di un’edizione principale di Giornale Radio

In questa lezione imparerai tutte le fasi necessarie per comporre un’edizione di giornale radio. Consultazione delle fonti d’informazione come il televideo, i giornali, i siti dei giornali on line, delle radio e delle agenzie stampa. Preselezione delle notizie principali sui temi del giorno. Scrittura di 5/7 titoli molto ritmati e ben scritti. Lettura rapida dei titoli che non deve superare un minuto e mezzo, massimo 100 secondi. I titoli offrono la selezione di un tema principale per ognuna delle sezioni tematiche: politica, cronaca, economia, esteri, costume, cultura e sport. 

Il lead di apertura; 6/9 righe di testo a ritmo serrato sulla notizia principale (Esteri o politica). Il servizio. Le altre notizie non devono eccedere i 30/35 secondi ossia 7/8 righe. Notizia di chiusura (sport). L’intervista e l’approfondimento.

5)L’attrezzatura del giornalista radiofonico

Imparerai le tecniche di registrazione. L’utilizzo del registratore digitale e del microfono. Come si realizza un file audio. Come si realizza un servizio e un’intervista.

6)Pezzi chiusi e servizi aperti

Registrazione e montaggio delle registrazioni per la realizzazione di file mp3 per pezzi chiusi. Registrazione e montaggio coadiuvati del contributo audio estrapolato dall’intervista per pezzi aperti (il servizio).

7) Lezione pratica in esterna: La notizia

Messa in pratica delle nozioni giornalistiche teoriche e pratiche assimilate nelle lezioni. Scelta di un argomento e individuazione di un evento a cui partecipare: una conferenza stampa, un convegno, una manifestazione, la presentazione di un libro o di un film, l’inaugurazione di una mostra d’arte, l’apertura di un sito archeologico o un fatto di cronaca.  Stesura del testo della notizia e registrazione della lettura. 

(lezione di 3 ore, il luogo sarà stabilito in itinere in base agli avvenimenti di cronaca ed attualità per consentire la realizzazione di un servizio giornalistico reale e non simulato)

8) Il montaggio del servizio radiofonico 

Ascolto delle registrazioni, correzione e suggerimenti sulla composizione della notizia. Passaggio del materiale audio prodotto dal registratore al computer. Utilizzo del programma di montaggio Adobe Audition. 

9) Seconda lezione pratica in esterna: Il servizio radiofonico

Scelta di un tema, individuazione di una notizia e identificazione del soggetto prescelto per la registrazione dell’audio.

(lezione di 3 ore, il luogo sarà stabilito in itinere in base agli avvenimenti di cronaca ed attualità per consentire la realizzazione di un servizio giornalistico reale e non simulato).

10) seconda lezione di montaggio del servizio radiofonico 

Ascolto dell’audio e montaggio del servizio con Adobe Audition.

11) Terza lezione pratica in esterna: la realizzazione dell’intervista

Si sceglie un tema, si approfondisce la storia di un personaggio e si contatta l’ufficio stampa per concordare un’intervista. Si va dal personaggio e si realizza l’intervista.

(lezione di 3 ore, il luogo sarà stabilito in itinere in base agli avvenimenti di cronaca ed attualità per consentire la realizzazione di un servizio giornalistico reale e non simulato).

12) Il montaggio dell’intervista radiofonica

Ascolto dell’intervista, passaggio dal registratore al computer e montaggio dell’intervista con Adobe Audition.

13) Lezione conclusiva: realizzazione e confezione del Giornale Radio

Realizzazione e confezione del Giornale Radio: produzione di testi scritti e registrazione di file audio con l’inserimento delle notizie e dei contributi audio estrapolati dalle interviste rilevate su campo nelle uscite precedenti.